Cucinare Facile

Tante ricette facili da cucinare. Tutti possono cucinare con i consigli di CucinareFacile.it

Le ricette del momento

Fricassea di nasello e cozze

Ingredienti per 4 persone
400 g di filetti di nasello
500 g di cozze
100 g di pomodori maturi e sodi
2 scalogni
1 spicchio d’aglio
1 bicchiere di vino bianco secco
5 cucchiai di olio extravergine
1 mazzetto di erba cipollina
1 mazzetto di prezzemolo
Sale e pepe

Lavare i filetti di nasello, asciugarli e dividerli a rombi.
Raschiare le cozze e lavarle in abbondante acqua fredda; metterle in un tegame, aggiungere l’aglio sbucciato, uno scalogno sbucciato e tritato, il prezzemolo lavato e tritato, mezzo bicchiere di vino bianco e un cucchiaio d’olio; farle aprire su fuoco moderato e a recipiente coperto, scuotendo di tanto in tanto il tegame. Toglierlo dal fuoco, staccare i molluschi dai gusci e raccoglierli in una ciotola, eliminare i gusci, le cozze eventualmente rimaste chiuse, filtrare il liquido di cottura e tenerlo da parte.
Far scottare i pomodori in acqua in ebollizione, scolarli, privarli della buccia, dei semi e tagliarli a dadini.
In un tegame con l’olio far appassire lo scalogno tritato rimanente, senza lasciarlo colorire. versare il vino bianco e farlo evaporare a fuoco vivace. Unirvi il liquido di cottura delle cozze, l’erba cipollina lavata e tritata, il nasello, le cozze e i dadini di pomodori; aggiungere un pizzico di sale e di pepe se necessario. Portare a ebollizione, far ridurre un po’ il liquido e servire caldo.

Insalata alla sarda

Insalata alla sarda, ingredienti per 4 persone:
Un cespo di lattuga
250 g di pomodorini sardi maturi e sodi
1 finocchio
1 gambo di sedano
1 ciuffetto di foglie di sedano
50 g di olive nere snocciolate
1 dl d’olio d’oliva extravergine
2 cucchiai d’aceto di vino rosso
Sale e pepe

Pulire la lattuga, lavarla, asciugarla delicatamente e spezzettarla; privare il finocchio delle foglie esterne più dure e dei gambi (tenere da parte qualche fogliolina da riutilizzare in seguito), lavarlo e tagliarlo a spicchi sottili; lavare i pomodori e dividerli a spicchi, privare il sedano dei filamenti, lavarlo e tagliarlo a fettine.
In una ciotolina mescolare l’aceto di vino rosso con un pizzico di sale e pepe, aggiungere l’olio d’oliva e battere gli ingredienti con una forchetta fino a ottenere una salsa ben emulsionata.
Mettere in una terrina il finocchio, la lattuga, i pomodorini, il sedano e le olive: condirli con la salsa a base di olio e aceto; cospargere l’insalata con le foglioline di finocchio tenute da parte e spezzettata e con le foglioline di sedano lavate.

Coniglio al curry

Ingredienti per 4 persone coniglio al curry:
1 coniglio del peso di circa 1,2 kg
1 cipolla
1 mela verde
1 carota
2 spicchi d’aglio
1 costa di sedano
1 mazzetto di prezzemolo
1 cucchiaio di polvere di curry
Mezzo bicchiere di vino bianco secco
200 g di pomodori pelati
100 g di panna
6 cucchiai d’olio extravergine
Sale e pepe

Preparare il coniglio al curry: Sbucciare la cipolla e affettarla, privare il sedano dei filamenti, lavarlo e tagliarlo a pezzetti; sbucciare la mela, privarla del torsolo e dividerla a dadini; spuntare la carota e pelarla, lavarla e tagliarla a dadini. Pulire il coniglio, dividerlo a pezzetti, lavarli e asciugarli con un canovaccio. In un tegame scaldare 3 cucchiai d’olio, far appassire uno spicchio d’aglio leggermente schiacciato, aggiungere i pezzi di coniglio, versare il vino e farli colorire da tutte le parti, scolarli e tenerli da parte.
Nello stesso tegame aggiungere l’olio rimasto, la cipolla tagliata a fettine sottili, la mela a cubetti, la carota e il sedano, lo spicchio di aglio rimasto e un po’ di prezzemolo tritato; farli rosolare per 7-8 minuti facendoli appassire.
Aggiungere il curry e farlo rosolare brevemente, unire i pomodori pelati e passati al passaverdure, un mestolino d’acqua e un pizzico di sale e pepe. Dopo 5 minuti di cottura, unire i pezzi di coniglio e farli cuocere a tegame coperto e a fuoco moderato per 20 minuti.
Scolare di nuovo il coniglio, tenerlo al caldo fra due piatti, passare al passaverdure il sugo di cottura, metterlo ancora nel tegame, aggiungere la panna e far ridurre il liquido di circa un terzo, aggiungendo sale e pepe.
Adagiare il coniglio sul piatto di portata, versare sopra la salsa al curry e cospargerlo con il rimanente prezzemolo tritato.
Servirlo ancora caldo accompagnandolo a piacere con riso pilaf.

Tartellette alla mediterranea

Ingredienti per 4 persone tartellette alla mediterranea:
250 g di pasta brisé già pronta (anche surgelata)
150 g di mozzarella
30 g di olive nere snocciolate
300 g di pomodori maturi e sodi
1 mazzetto di basilico
Sale e pepe

Preparazione: Stendere la pasta in una sfoglia sottile, foderare 12 stampini per tartellette, del diametro di 8-10 cm, leggermente imburrati e infarinati; bucherellare il fondo della pasta con i rebbi di una forchetta e far cuocere le tartellette in forno, preriscaldato a 180°, per 15 minuti circa (a metà cottura, premere un po’ il fondo delle tartellette con le dita per evitare che la pasta possa formare delle bolle).
Nel frattempo, far scottare i pomodori in acqua in ebollizione, scolarli, privarli della buccia, dei semi e dell’acqua di vegetazione; tagliarli a dadini, metterli in un colino e farli sgocciolare per 15 minuti circa.
Scolare la mozzarella e tagliarla a dadini, tritare le olive, lavare il basilico, asciugarlo e spezzettarlo.
Mettere in una terrina i dadini di pomodoro, unire la mozzarella, le olive, il basilico, un pizzico di sale e pepe e mescolare con un cucchiaio di legno.
Riempire con il composto le tartellette preparate, porre gli stampini in forno preriscaldato a 180° e farle cuocere per 10 minuti circa.

Succo d’anguria in gelatina

Succo d’anguria in gelatina

Nelle giornate d’estate, è un dessert alternativo al classico gelato, di facile realizzazione e di sicuro effetto.

Ingredienti per 4 persone:
la polpa di un’anguria
15 g di gelatina in fogli
80 g di zucchero semolato

Preparazione: far ammorbidire la gelatina in fogli in acqua fredda. Passare al passaverdure la polpa di anguria e filtrarla attraverso un telo, per rimuovere i semi. Versare mezzo litro di succo d’anguria in un tegame con lo zucchero e farlo scaldare per far sciogliere completamente lo zucchero; aggiungere la gelatina scolata e strizzata e mescolare, tenendo sempre il fuoco basso.
Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare quasi completamente, versare in uno stampo a ciambella e, quando sarà del tutto fredda, mettere in frigo per almeno due ore. Al momento di servire, capovolgere sul piatto di portata e decorare a piacere con polpa di anguria e di melone a palline, ottenuta con l’apposito scavino.

Paella marinara

La Paella Marinara!

Ingredienti per 6-8 persone:
300 g di riso
600 g di vongole
600 g di cozze
24 gamberetti
16 scampi
8 calamaretti
300 g di pomodori maturi (o pomodori pelati)
1 cipolla
2 spicchi d’aglio
3 carciofi (oppure 300 g di piselli sgranati)
1 mazzetto di prezzemolo
6 cucchiai d’olio extravergine
Sale e pepe
6-7 dl di brodo di pesce
Poco succo di limone

Preparazione: Lavare accuratamente le cozze e le vongole; metterle in una padella, cospargerle con un pizzico di prezzemolo tritato, irrorarle con 2 cucchiai d’olio e farle aprire a fuoco vivace e a padella coperta. Scolare le cozze e le vongole, filtrare il liquido di cottura e tenerlo da parte. Staccare i molluschi eliminando i gusci, tenerne da parte qualcuno intero per guarnire la paella. Pulire i gamberetti e privarli del guscio, mantenendo la codina. Pulire gli scampi, eliminare le teste (tenerne qualcuno intero per la guarnizione) e la membrana inferiore incidendola ai lati con le forbici.
Privare i calamaretti della pellicina nera e delle interiora, lavarli accuratamente e tagliarli ad anelli. Pulire i carciofi, ottenendo la parte tenera dei fondi, dividere ognuno in sei spicchi e metterli in acqua acidulata con il succo di limone affinché non anneriscano.
In un tegame capiente, largo e basso versare 2 cucchiai d’olio, farlo scaldare un po’, aggiungere gli scampi, i gamberetti e i calamari e farli rosolare velocemente da tutte le parti, quindi scolarli e tenerli da parte. Nello stesso tegame aggiungere la cipolla e uno spicchio d’aglio tritati finemente, il prezzemolo tritato, l’olio rimasto e farli appassire a fuoco moderato, mescolando spesso con un cucchiaio di legno.
Unire i carciofi, ben scolati, e farli rosolare per qualche minuto, i pomodori privati dei semi e della pellicina e tritati grossolanamente (o i pomodori pelati passati al passino), un pizzico di sale e pepe e far cuocere per qualche minuto, facendo ridurre un po’ il composto, a fuoco vivace. Mettere di nuovo nel tegame i calamaretti, i gamberetti, gli scampi, le vongole, le cozze, lo spicchio d’aglio e il prezzemolo rimasti, tritati finemente e il riso. Farlo tostare per qualche minuto, aggiungere infine il brodo e il liquido di cottura delle cozze e delle vongole tenuto da parte. Mescolare affinché il riso si distribuisca in modo uniforme, e far cuocere a tegame coperto per 20 minuti circa.
Qualche minuto prima della fine della cottura distribuirvi sopra le cozze, le vongole e gli scampi tenuti da parte per la guarnizione.  Servire la paella calda nel recipiente di cottura.